Pronti, partenza, pride!

Bari Pride 2022, gay Puglia, gay Italy, gay Puglia podcast

Eros è come un fabbro: mi stronca con un maglio enorme, e mi dilava in torba forra gelida. Anacreonte cantava l’irruente forza dell’amore, impossibile da vincere. Quando Amore tira i suoi dardi, non si possono vincere i suoi effetti devastanti. Gli antichi lo sapevano bene e lasciavano che questa forza così travolgente li circondasse senza troppe regole, consapevoli del fatto che tale divinità era parte integrante della natura umana e chiunque colpisse con i suoi dardi non era importante, solo Amore conosceva le ragioni di tali combinazioni e a volte non vi erano neppure, si diceva, addirittura che avesse gli occhi bendati. Che fossero due uomini o due donne o un uomo e una donna, era impossibile per tutti vincere la potenza del suo arco. Per questo motivo Virgilio cantava Omnia vinicit Amor et nos cedamus amori, e noi non possiamo far altro che cedere all’Amore.

Nel mondo antico le relazioni omosessuali, infatti, non solo erano accettate, ma nemmeno ci si poneva l’interrogativo se rientrassero in un comportamento corretto: se la natura concepiva tali forme d’amore, era di conseguenza naturale assecondarle, perché parte integrante del suo modo di funzionare. L'atteggiamento mentale moderno, che non accetta l’esistenza o non riconosce giustizia nell’esistenza di questo tipo d’amore è un atteggiamento mentale proprio di una cultura che ha ereditato una proibizione di tipo religioso per l'omosessualità e, proprio a causa di questo retaggio, non ha manifestato, fino a poco tempo fa, nessuna salutare curiosità sulla varietà degli stimoli sessuali che una stessa persona può suscitare. I Greci e i Romani né ereditarono, né tanto meno svilupparono la credenza secondo cui un potere celeste avesse rivelato all'umanità un codice di leggi per regolamentare il comportamento sessuale; essi non possedevano nessuna istituzione religiosa che avesse l'autorità di far rispettare proibizioni sessuali. Tuttavia, è pur vero che non fossero esenti dalle discriminazioni di genere, non è, infatti, un mistero che la società antica si reggesse su una cultura patriarcale e misogina, e dalle discriminazioni di ruolo, in quanto un cittadino libero poteva praticare il ruolo passivo solo fino al termine della pubertà, dopo la quale era necessario assumere un ruolo del tutto attivo.

Bari Pride, Bari 2022. The Big Gay Podcast from Puglia LGBT+ guide to Puglia, gay Italy, Puglia Pride

Infatti le relazioni omosessuali avevano addirittura un valore paideutico: Saffo era la sacerdotessa di un Tiaso, un’istituzione religiosa che venerava Afrodite e che educava le giovani fanciulle a diventare donne anche sessualmente, Platone nel Simposio riteneva che la forma d’amore più sublime fosse quella tra due uomini, in quanto genera un processo dialettico che può cominciare nella rispondenza da parte di un uomo adulto allo stimolo procurato da un giovane in cui la bellezza fisica si combina con quella dell’anima. Da qui deriva il concetto di pederastia ed era perciò concesso innamorarsi di giovinetti come Cleobulo, di cui Anacreonte cantava la bellezza. Ma anche la fluidità di genere veniva particolarmente accettata nell’antichità, per esempio, sempre Platone racconta come in principio l’umanità comprendeva tre sessi: maschile e femminile e l’androgino, un sesso a sé, la cui forma e nome partecipavano del maschio e della femmina. Inoltre, durante molte delle cerimonie dedicate a Dioniso, il travestitismo veniva spesso utilizzato come un fatto del tutto appropriato: sappiamo ad esempio che le donne partecipavano trasportando con sé grandi oggetti fallici posticci e nell’isola di Cipro vi era un culto apposito dedicato ad un/una Afrodite barbuta/o detta/o anche Afrodito. Interessante, poi, è il culto misterico di Cibele le cui sacerdotesse erano nate con un sesso biologico maschile, ma avevano scelto di sottoporsi ad auto-castrazione e vivere da allora in poi un'identità femminile.

Bari Pride, Bari 2022. The Big Gay Podcast from Puglia LGBT+ guide to Puglia, gay Italy, Puglia Pride

Nonostante le testimonianze antiche, che raccontano l’esistenza di comportamenti LGBTQ+ sin dai tempi più remoti, sembra sia totalmente necessario ancora adesso rendere palese questa esistenza, perché al contrario degli antichi greci, nel corso dei secoli è venuta a formarsi un’esclusione storica, culturale nei confronti di coloro che vivono la propria sessualità e identità di genere fuori dai canoni maggiormente diffusi in questi tempi. Per questo motivo giugno è ancora il pride month, un’occasione fondamentale per portare avanti una lotta di uguaglianza e di inclusione contro quelle ideologie intolleranti nei confronti di coloro che vivono liberamente la propria sessualità, ritenendoli contro natura. Questo periodo viene scelto per ricordare i moti di Stonewall, violenti disordini in seguito all’ennesimo raid della polizia in un bar frequentato da omosessuali e transgender. L’eco suscitata da quella ribellione diede forza al movimento LGBTQ+ che iniziò da allora ad acquisire maggiore visibilità e peso politico-sociale, rivendicando maggiori diritti e maggiore rispetto.

La Puglia partecipa attivamente al mese del Pride, si organizzano eventi soprattutto nel capoluogo e nelle località turistiche: a Bari è stato seguito un preciso itinerario settimanale costellato di eventi, tra cui ospiti della comunità LGBTQ+, dibattiti, karaoke e meditazioni che si sono conclusi con la parata del 2 luglio 2022.

Ogni anno la parata si colora di musica e arcobaleni, simbolo dell’orgoglio della comunità. Ognuno è libero di essere i colori che preferisce, ed è per questo che i partecipanti indossano ciò che desiderano, senza inserirsi in convenzioni e schemi sociali che ostacolano la libertà dell’essere umano. Al pride puoi essere te stesso senza discriminazione, è un momento per ricordare al mondo che noi esistiamo e ci prendiamo il nostro spazio.

Bari Pride, Bari 2022. The Big Gay Podcast from Puglia LGBT+ guide to Puglia, gay Italy, Puglia Pride
Bari Pride, Bari 2022. The Big Gay Podcast from Puglia LGBT+ guide to Puglia, gay Italy, Puglia Pride
Bari Pride, Bari 2022. The Big Gay Podcast from Puglia LGBT+ guide to Puglia, gay Italy, Puglia Pride

La parata è una festa dedicata all’amore, alla libertà di essere e di amare, insegna ad amare se stessi e ad avere rispetto per la diversità, fonte di ricchezza per tutti. Si celebra l’amore in tutte le sue forme con i colori, la danza, i sorrisi, i baci per le strade che fanno invidia ai passanti, è un momento catartico, in cui ci si libera delle sovrastrutture per essere semplicemente se stessi e liberi di amare. Bari ha chiesto a gran voce i propri diritti per la comunità LGBTQ+, intraprendendo un percorso che partiva da piazza Umberto I, attraversava via De Rossi per raggiungere il Giardino Garibaldi e attraversava corso Vittorio Emanuele per marciare sul lungomare, dove a Piazza Diaz si sarebbe organizzato un ritrovo che avrebbe alternato dibattiti, animati da attivisti e artisti drag queen, con musica e dj set. Sorprendentemente c’è stata una forte partecipazione da parte della generazione Z, ragazzi dai 14-25 anni che hanno riempito il capoluogo di colori e bandiere queer per far sentire la propria voce, una voce ancora giovane, ma ben consapevole degli errori delle vecchie generazioni, fin troppo ancorate ad idee conservatrici e vicine al fenomeno del patriarcato, ormai troppo stretto per il XXI secolo. Barbe colorate, tacchi modesti e altissimi, corpi glitterati che hanno sofferto il peso di una mentalità malata, hanno attraversato la città fieri della loro essenza, fieri della loro perfezione, felici della loro verità.

Bari Pride, Bari 2022. The Big Gay Podcast from Puglia LGBT+ guide to Puglia, gay Italy, Puglia Pride
Bari Pride, Bari 2022. The Big Gay Podcast from Puglia LGBT+ guide to Puglia, gay Italy, Puglia Pride
Bari Pride, Bari 2022. The Big Gay Podcast from Puglia LGBT+ guide to Puglia, gay Italy, Puglia Pride

Purtroppo a solo 24 ore dalla parata una terribile aggressione fisica di stampo fascista è avvenuta presso il nuovo parco Rossani di Bari, un momento di tensione che ha visto coinvolte una coppia di ragazz*. Un episodio simile è avvenuto a Londra nei confronti di un membro del London Gay Men’s Chorus e del suo partner. La violenza e la discriminazione nei confronti della comunità LGBTQ+ è un tema ancora scottante in tutto il mondo; pertanto, il Pride resta uno strumento indispensabile per la lotta contro l’omotransfobia e per il riconoscimento di diritti per la nostra comunità. Bari si è dimostrata pronta a difendersi: il giorno dopo l’aggressione, è stato organizzato un presidio per riscrivere il concetto di sicurezza nelle strade, che non deve limitarsi solo allo spiegamento di forze di polizia, ma dovrebbe comprendere una risposta che agisca sul piano culturale a partire dalle istituzioni e dai luoghi della formazione. Il capoluogo, che ha partecipato massivamente, ha mostrato la sua grande solidarietà tenendo alta la bandiera dell’orgoglio LGBTQ+

Bari Pride, Bari 2022. The Big Gay Podcast from Puglia LGBT+ guide to Puglia, gay Italy, Puglia Pride
Bari Pride, Bari 2022. The Big Gay Podcast from Puglia LGBT+ guide to Puglia, gay Italy, Puglia Pride
Bari Pride, Bari 2022. The Big Gay Podcast from Puglia LGBT+ guide to Puglia, gay Italy, Puglia Pride
Bari Pride, Bari 2022. The Big Gay Podcast from Puglia LGBT+ guide to Puglia, gay Italy, Puglia Pride
Bari Pride, Bari 2022. The Big Gay Podcast from Puglia LGBT+ guide to Puglia, gay Italy, Puglia Pride
Bari Pride, Bari 2022. The Big Gay Podcast from Puglia LGBT+ guide to Puglia, gay Italy, Puglia Pride

L’orgoglio gay, i baci e i sorrisi dei ragazzi che con coraggio hanno deciso di essere se stessi e di lottare per vivere una vita autentica senza vergogna sono quello che Montale definisce la scintilla, l’anima verde che cerca vita là dove solo morde l’arsura e la desolazione, la scintilla che dice tutto comincia quando tutto pare incarbonirsi, è un atto di resilienza verso un mondo che ha perso la sua vitalità, rincorrendo sovrastrutture e leggi morali incompatibili con la natura umana. Che possa questo evento annuale essere un monito di vitalità e un’esortazione a non arrendersi, perché come diceva Calvino, l’inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n’è uno, è quello che è già qui, l’inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l’inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all’inferno, non è inferno , e farlo durare , e dargli spazio.

Bari Pride 2022, gay Puglia, gay Italy, gay Puglia podcast
Bari Pride 2022, gay Puglia, gay Italy, gay Puglia podcast
Bari Pride 2022, gay Puglia, gay Italy, gay Puglia podcast
Bari Pride, Bari 2022. The Big Gay Podcast from Puglia LGBT+ guide to Puglia, gay Italy, Puglia Pride
Bari Pride, Bari 2022. The Big Gay Podcast from Puglia LGBT+ guide to Puglia, gay Italy, Puglia Pride

Getting Here

Visas and Embassies

Weather

Currency

Useful Information

    What you need to know if you are coming to Puglia

Leave a Reply

Your email address will not be published.